Franco Panizza

Franco Panizza

50 ANNI DALLA STRAGE DEL VAJONT

  • Creato Martedì, 08 Ottobre 2013 12:47

La notte del 9 ottobre 1963 furono sufficienti 4 minuti per spazzare un intero paese, cancellare dal mondo 1.917 vite e far vacillare per sempre una certa idea di modernità e di fiducia nel progresso.L'Italia del 1963 era un Paese agli albori della sua stagione più florida - il boom economico, il benessere dilagante - ma con il Vajont fu chiaro che quella modernizzazione repentina e disordinata nascondeva un lato oscuro e feroce. Quella del Vajont non fu una tragedia, come per troppi anni è stata definita. Fu una vera e propria strage prodotta dall'incuria dell'uomo, da istituzioni irresponsabili e conniventi, dai dirigenti della Sade, da una corsa acritica verso una modernità scellerata e senza progresso. Ne pagarono un prezzo altissimo le comunità e i paesi del Vajont, a cominciare da quella di Longarone. E lo pagarono, almeno fino al momento della strage, le poche voci critiche come quella di Tina Merlin, che fu costretta a difendersi in Tribunale per i suoi articoli di denuncia.

Leggi tutto: 50 ANNI DALLA STRAGE DEL VAJONT

Pagina 18 di 18

Scroll to Top